ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Senato, il Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati in Piemonte: le tappe della visita

Il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati in visita in Piemonte: l’intervento alla Facoltà di Teologia dell’Istituto Internazionale Don Bosco.

Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato

Maria Elisabetta Alberti Casellati in Piemonte: gli appuntamenti con il Presidente del Senato

Il Piemonte ha accolto il 10 e 11 ottobre scorsi il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati. Diversi gli appuntamenti in programma: il Presidente si è fermato inizialmente a Carrù dove ha inaugurato la Sala del Centro polisportivo cittadino intitolata a Luigi Einaudi e, con l’occasione, ricordato “una delle personalità più importanti del ventesimo secolo” nel centenario della sua nomina a senatore. Nel tardo pomeriggio ha fatto tappa ad Alba. La giornata del venerdì è stata interamente dedicata a Torino: qui Maria Elisabetta Alberti Casellati ha prima incontrato gli studenti della Facoltà di Teologia dell’Istituto Internazionale Don Bosco e poi le autorità locali presso Palazzo Madama. Nel primo pomeriggio si è recata al Sermig dove è stata inaugurata la “Casa dell’accoglienza” per le donne in difficoltà. “Sono molto colpita dalle tante straordinarie iniziative di solidarietà che questa città ha saputo mettere in campo” ha detto il Presidente del Senato, intervenuta poi anche al Museo del Cinema e all’Università degli Studi. Nel corso della Lectio Magistralis tenuta nell’Aula Magna del Rettorato ha parlato del valore delle donne in politica.

Maria Elisabetta Alberti Casellati in visita alla Facoltà di Teologia dell’Istituto Internazionale Don Bosco

Nel salutare docenti e studenti dell’Istituto di Teologia, Maria Elisabetta Alberti Casellati ha ricordato come esso abbia rappresentato e rappresenti tuttora “un elemento di eccellenza assoluta nel panorama formativo teologico e non solo”. Attraverso il suo intervento il Presidente del Senato ha voluto ispirare “una riflessione comune sull’architettura sociale e spirituale della nostra società, anche alla luce delle trasformazioni e delle innovazioni in atto”. Richiamando l’esempio di Don Bosco, che “nel 1877 si interrogava sui modelli educativi, realizzando quelle linee guida sul “Sistema Preventivo nella educazione della gioventù” che posero fine al precedente approccio prettamente repressivo che aveva caratterizzato secoli di insegnamento”, il Presidente ha richiamato l’importanza di interrogarsi oggi sui compiti di “coloro che nell’ambito della vita comunitaria si candidano a ruoli di guida spirituale, di ascolto, di assistenza, di solidarietà, di sostegno”. La storia dell’istituto e le attività promosse, come ha evidenziato Maria Elisabetta Alberti Casellati, “sono esattamente la dimostrazione di quanto sia importante una formazione di eccellenza unita alla capacità e alla disponibilità per realizzare un’aggregazione sociale quotidiana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *