ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Cosa fa un elettricista e quanto guadagna

Ad oggi tutti pensiamo di sapere cosa fa nello specifico un elettricista. Ma è davvero così?
Il mestiere consiste in una serie di attività differenziate e non solo, per poterlo fare vi sono dei requisiti necessari utili per poter accedere alla professione, come ad esempio scuole di formazione apposite, qualifiche, attestati etc.

 

Cosa fa un elettricista

Sono davvero tante le attività che può fare un’elettricista, abbracciano una grande gamma di operazioni riguardanti gli impianti elettrici, dalla progettazione al cablaggio. Di seguito ti mostrerò varie possibilità di scelta.

Innanzitutto questo lavoro è possibile svolgerlo sia da dipendente che in proprio. Detto ciò, esso si occupa della progettazione e della messa in opera di piani di installazione, della riparazione, della manutenzione e della messa in sicurezza di impianti elettrici di diverso tipo, come ad esempio: elettrodomestici, impianti di illuminazione, citofono e videocitofono, sistemi antifurto etc.

L’elettricista può operare all’interno di svariati edifici e ambienti, come nelle scuole, negozi, fabbriche, uffici e tanti altri ancora. Inoltre, essi si dividono in elettricisti civili o industriali. Questo sono due settori d’elezione. Nel primo caso gli specialisti gestiscono quadri elettrici di dimensioni contenute adibiti a uso domestico e che prevedono una realizzazione più semplice rispetto a quelli che caratterizzano il settore industriale e si occupa anche di allacciamento alla rete elettrica, di impianti di illuminazione, di citofoni etc…; mentre l’elettricista industriale gestisce qualcosa di più complicato: segue i cablaggi a bordo macchina destinati alla costruzione di macchinari così come l’impiantistica indispensabile per l’automazione industriale.

Per fare ciò, un elettricista, deve possedere ottime conoscenze in ambito elettrico ed elettronico; per tale motivo deve conoscere alla perfezione gli strumenti del mestiere, con cui svolge l’installazione, la manutenzione e il collaudo dei sistemi elettrici. Un’altra cosa fondamentale è che deve anche conoscere norme sul rischio elettrico e dei dispositivi anti-infortunistici per lavorare in totale sicurezza e per norme sul rischio elettrico e dei dispositivi anti-infortunistici.

 

Quanto guadagna un elettricista

Per ciò che vediamo, il guadagno minimo di un’elettricista, solitamente è di 1500 euro netti al mese ; ma in base alla specializzazione e al passar del tempo si nota che questo guadagno potrebbe salire anche sui 3500 euro netti al mese ( stipendio solitamente da dipendente); mentre in proprio, solitamente il costo orario in media va tra i 25 e i 40 € per un’ora di lavoro, ma può aumentare fino a toccare i 100 € per un intervento tempestivo o addirittura i 150 € per un intervento notturno o festivo.

Ovviamente la tariffa può cambiare in base anche alla città, dato che in alcune, le tariffe medie orarie partono dai 35-40 euro o comunque in base al tipo di lavoro da svolgere e della sua difficoltà.

 

Spero che il nostro articolo sia stato utile. Se sei interessato all’argomento, leggi anche questo articolo su come usare un tester digitale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *