ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Come trovare un guasto elettrico

Sarà capitato a tutti, purtroppo, di avere qualche problema con l’impianto elettrico, molto spesso però identificarne la causa risulta piuttosto difficile.

Prima di tutto è indispensabile capire se è un problema elettrico correlato a qualche apparecchio casalingo, e quindi sarà sufficiente la riparazione dell’elettrodomestico o la sua sostituzione, oppure se il problema è un po’ più ingente e riconducibile all’impianto vero e proprio.

Sicuramente, in quest’ultimo caso, scegliere di affidarsi ad un professionista è la cosa migliore. Infatti, interventi inappropriati sulla rete elettrica, spesso motivati dalla voglia di provare a far da soli, potrebbero determinare gravi danni che comporterebbero un’ingente esborso in denaro. Con servizi come Elettricista Roma ma anche altre ditte specializzate puoi assicurarti una buona riparazione.

Proviamo a capire quali possono essere i controlli utili per comprendere la problematica ed agire di conseguenza.

Guasto elettrico: quando riguarda un’apparecchiatura collegata

In linea di massima possiamo dire che se il guasto riguarda un apparecchio elettrico – il tostapane, l’asciugacapelli, una scopa elettrica – l’impianto di messa a terra provoca una sorta di corrente di ritorno che permette all’interruttore di protezione di scattare. Si tratta di un valido stratagemma che consente di salvaguardare la sicurezza delle persone e proprio per questo, in gergo, si usa dire che scatta il salvavita.

Ovviamente, prima di procedere con il riallaccio della corrente sarà necessario individuare il guasto e quindi capire se lo strumento che stiamo utilizzando ha qualche difetto o qualche rottura tale da far saltare la corrente.
Indubbiamente questo è il caso più comune ed individuare la problematica potrebbe risultare abbastanza semplice: sarà necessario munirsi di pazienza e, staccando ogni singola apparecchiatura e provando a riallacciare il salvavita del contatore, capire, per esclusione, quale strumento non è conforme al suo utilizzo.

Contestualmente, se la vostra abitazione dispone di un quadro elettrico con dei magnetotermici suddivisi per area – ad esempio uno per l’impianto di condizionamento, uno per la cucina, uno per le luci e le prese della corrente – sarà possibile disattivare singolarmente ogni magnetotermico per cercare di individuare, quantomeno, la zona della casa che genera il problema.

Guasto elettrico: quando riguarda l’impianto

Sicuramente questo è il caso più complicato e potrebbe richiedere l’intervento di un elettricista che, grazie alla strumentazione professionale di cui dispone, sarà in grado di comprendere l’origine del problema.
Se tutti i suggerimenti del paragrafo precedente non hanno sortito alcun risultato, il guasto potrebbe dipendere dal un problema all’impianto.

Anche in questo caso la presenza di magnetotermici offrono la possibilità di isolare il problema e di capire dove agire, sicuramente più l’impianto sarà stato realizzato a regola d’arte più sarà facile individuare il guasto e risolverlo.

Purtroppo, quando ci sono problematiche correlate direttamente all’impianto elettrico potrebbe trattarsi di un cortocircuito determinato da un aumento improvviso della temperatura che non vi consigliamo di risolvere in autonomia. L’intervento di un elettricista sarà la migliore opzione e una revisione dell’impianto sarà la prima ipotesi da considerare, in quanto un impianto elettrico mal funzionante è potenzialmente pericoloso sia per la salute degli abitanti sia per il corretto funzionamento, anche a lungo termine, degli elettrodomestici.

Consigli per evitare un altro guasto elettrico

Per prevenire problematiche di sorta è utile avere delle semplici accortezze. Infatti, oltre ad avere un impianto a norma è importate seguire alcuni accorgimenti a tutela della sicurezza degli abitanti, preservando il buon funzionamento dell’impianto elettrico:

  • evitare di sovraccaricare le prese: quindi sono sconsigliate le ciabatte con l’allacciamento di troppi elettrodomestici;
  • conformità degli elettrodomestici: è importante che siano a norma, controllati periodicamente e tenuti bene;
  • evitare di utilizzare contemporaneamente elettrodomestici che consumano molta energia elettrica;
  • staccare le prese in caso di forte maltempo, prima di andare a dormire e quando ci si assenta da casa per una vacanza o per un periodo prolungato in genere;
  • prevedere un controllo periodico, da parte di un elettricista professionista e serio, dell’impianto elettrico così da assicurarne la conformità dell’impianto, intervenendo in caso guasti o di problematiche.

Si tratta di una manutenzione periodica che previene, quantomeno parzialmente, l’insorgere di problemi futuri a tutela della salute e della sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *