ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Come realizzare un orto biologico in casa?

Se sei una di quelle persone attente al rispetto dell’ambiente e della propria salute, che vorrebbe coltivare il proprio cibo biologico, allora questo articolo farà il caso tuo.

In questa piccola guida ti spieghiamo passo passo cosa è necessario per realizzare il tuo orto biologico in casa.

Inizia con un mini giardino

Sul terrazzo, in balcone, il davanzale, nel cortile o anche sulla terrazza sul tetto…tutti questi posti possono diventare il tuo orto biologico. Oltre ad essere un buon modo per iniziare ed imparare ciò che è necessario, a poco a poco, per mantenere un raccolto, è l’opzione migliore per ottenere risultati subito visibili, ed apprendere per poi fare le cose più in grande.

Trova un campo da coltivare

Se vogliamo fare il salto dal piccolo orto biologico domestico, verso un orto biologico più grande, la prima cosa ovviamente è cercare un campo, sia in buone condizioni ma anche lontano da possibili fonti di contaminazione ed inquinamento.

Inoltre, vi sono, oggi giorno, sempre più comuni che predispongono terreni pubblici da coltivare come orti comunali da parte dei cittadini.

C’è anche la possibilità di frutteti condivisi: il proprietario di un terreno permette a chiunque di coltivarlo in cambio di una parte del raccolto attraverso un contratto di cessione.

Un’altra opzione è l’affitto degli orti urbani: i proprietari offrono terreno e tutti gli elementi necessari per coltivare in cambio di una piccola rata mensile.

Di cosa ho bisogno per il mio orto biologico?

Se desideriamo un piccolo orto biologico fatto in casa, è indispensabile procurarsi vasi, fioriere, ecc. a seconda del posto che abbiamo disponibile, così come la qualità del terreno.

Potresti pensare anche a riutilizzare elementi di riciclaggio, come vecchi secchi, lattine, o quant’altro che potrebbe divenatre un vaso, facendo appositi fori per il corretto drenaggio dell’acqua, in modo da avere un approccio eco-friendly anche con i materiali utilizzati per la coltivazione.

I semi possono essere acquistati in buste molto economiche, ma se vogliamo velocizzare la coltivazione e avere maggiori possibilità di successo, dovremo far germinare la pianta.

Per quando riguarda la cura delle piante sarenno necessarie:

  • forbici da potatura
  • un annaffiatoio (se siamo molto pratici possiamo installare un sistema di irrigazione a goccia)
  • un cesto di vimini per raccogliere il raccolto
  • compost o un concime biologico, quest’ultimo può essere realizzato anche a casa attraverso il compostaggio, un sistema di riciclaggio dei rifiuti organici.

Cosa coltiveremo?

Piante aromatiche come rosmarino, basilico o timo; frutti come le fragole; verdure e ortaggi come erba cipollina, lattuga, pomodori, carote, peperoni o melanzane sono alcune varietà che si adattano meglio a una coltura domestica, ma ce ne sono molte di più.

Inoltre, se stai cercando associazioni di colture, come pomodoro e lattuga, ad esempio, tanto meglio, poiché si aiutano a vicenda difendendosi dai parassiti, tra queste vi sono molte piante che coltivandole una vicina all’altra si aiutano, tra le più note vi è l’aglio.

Imparare a coltivare il mio orto biologico

Sebbene non sia essenziale essere un agricoltore professionista per coltivare e raccogliere un orto biologico urbano, è necessaria una conoscenza minima.

Per questo motivo si consiglia di leggere libri e riviste specializzate in orticoltura, blog e pagine web che offrono consigli su come avviare e curare un orto in casa.

Sul web troverete molti blog che trattano l’argomento dove potrete condividere consigli ed apprendere a coltivare il vostro orto biologico in casa, per tutto il resto, come materiali, concimi biologici e tutto il necessario per la vostra agricoltura biologica su NeemItalia.it trovere tutto il necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *